by Diego Barucco
Abell 70
"Diamond Ring"

J2000
RA: 20h 31m 33.05s
Dec: -07° 05' 21.03"
Mag. 14,30
Luminosità superficiale: 13,90
Dim.: 42"
Stella centrale: 19,00
Costellazione: Aquila

Scoperta: Abell 1955
Distanza: 2,35 kpc
Raggio: 0,24 pc

Vedi in mappa

Vedi immagini
Vedi osservazioni
Vedi immagini professionali

Abell 70 è una nebulosa planetaria nella costellazione dell'Aquila. Mostra in apparenza una morfologia anulare con un profilo amigdaloide grazie al quale è conosciuta anche con il nome di Diamond Ring Nebula. La planetaria presenta al centro una stella già evoluta, di conseguenza la struttura gassosa manifesta un'evidente stratificazione della ionizzazione.
Recentemente la stella centrale di Abell 70 stata sottoposta ad un'attenta indagine da parte degli studiosi in quanto analisi spettrali avevano rilevato una consistente traccia di bario, elemento molto pesante che non potrebbe essere sintetizzato all'interno delle stelle che generano nebulose planetarie. Lo studio ha dimostrato come il nucleo di questa planetaria è in realtà un sistema binario tra una stella sub-gigante gialla di tipo G8V-VII, e l'oggetto collassato all'origine della planetaria.
Il bario proviene quindi dall'atmosfera della gigante e molto probabilmente stato prodotto dalla stella collassata in quanto elementi cos pesanti possono formarsi nelle atmosfere per cattura neutronica da parte di isotopi tramite il meccanismo conosciuto come processo-S. Il bario poi deve essere stato trasferito durante la fase AGB della stella progenitrice alla sub-gigante attraverso un ponte di materia o ad un inviluppo comune.
Abell 70 anche peculiare perch prospettivamente sovrapposta ad una lontana galassia di sfondo.

Livello d'interesse: ****

Bibliografia essenziale
A barium central star binary in the Type I diamond ring planetary nebula Abell 70 - Miszalski, B.; Boffin, H. M. J.; Frew, D. J.; Acker, A.; Kppen, J.; Moffat, A. F. J.; Parker, Q. A. - Monthly Notices of the Royal Astronomical Society, Online Early (2011).



Scheda aggiornata: Giovedì, 3-11-2011 10:28

 

Google