by Diego Barucco
Abell 66

J2000
RA: 19h 57m 31.8s
Dec: -21° 36' 37"
Mag. 14,90
Luminosità superficiale: -
Dim.: 295" x 241"
Stella centrale: 17,39
Costellazione: Sagittario

Scoperta: Abell 1955
Distanza: 0,56 kpc
Raggio: 0,36 pc

Vedi in mappa

Vedi immagini
Vedi osservazioni
Vedi immagini professionali

Abell 66 è una vecchia nebulosa planetaria nella costellazione del Sagittario. Si presenta con una luminosità superficiale molto bassa per cui si può considerare come un oggetto molto ostico sia all'osservazione visuale che alla ripresa fotografica. Le riprese digitali amatoriali profonde non differiscono molto dalle immagini professionali, la nebulosa si mostra con un aspetto tondeggiante anche se leggermente irregolare in cui è evidente la stratificazione ionica a causa delle condizioni evolutive avanzate della stella centrale. La zona di emissione [OIII] è confinata attorno al nucleo centrale, mentre l'emissione di idrogeno e le zone a prevalenza di riconbinazione sono all'esterno.
Nell'area nord si osserva un filamento esterno che in immagini professionali si distingue come parte di un particolare lobo asimmetrico di orgine poco chiara.
Non stata mai studiata in modo approfondito ed in passato alcuni autori l'hanno classificata come bipolare, per la presenza di una barra centrale che la rende vagamente simile alla NGC 3857 la nebulosa Gufo, ma tale struttura non comparendo in [OIII], rende dubbia tale valutazione, pertanto si resta in attesa di analisi più approfodite.

Livello d'interesse: ****

Bibliografia essenziale
Detection of new emission structures around planetary nebulae - Hua, C. T.; Dopita, M. A.; Martinis, J. - Astronomy and Astrophysics Supplement, v.133, p.361-380 (1998).



Scheda aggiornata: Sabato, 22-10-2011 18:26

 

Google