by Diego Barucco
Abell 58

J2000
RA: 19h 18m 20.3s
Dec: +01° 46' 51"
Mag. 17,40
Luminosità superficiale: -
Dim.: 44"x37"
Stella centrale: -
Costellazione: Aquila

Scoperta: Abell 1955
Distanza: - kpc
Raggio: - pc

Vedi in mappa

Vedi immagini
Vedi osservazioni
Vedi immagini professionali

Abell 58 Ŕ una delle pi¨ importanti nebulose planetarie fin'ora scoperte ragion per cui l'attenzione degli studiosi su questo oggetto Ŕ attualmente vivida, infatti, la nebulosa appartiene ad un ristretto e raro gruppo di planetarie in cui sono presenti resti gassosi in espansione poveri di idrogeno. Il nucleo di Abell 58 nel 1917, ha subito un incremento improvviso di luminositÓ di cui la causa era stata addotta all'esistenza di una variabile cataclisma, che fu chiamata nova V605 Aquilae.
Nella metÓ degl'anni '50 l'astronomo Abell individu˛ un resto nebulare attorno alla V605 e si consider˛ il fatto che l'aumento di luminositÓ registrato nel 1917 fosse dovuto al flash finale dell'elio tipico di alcuni nuclei centrali di planetarie. Successivamente furono individuati noduli gassosi poveri di idrogeno in allontanamento dalla stella centrale, Abell 58 fu inserita nella stessa tipologia di planetarie di cui fanno parte le celebri Abell 30 e Abell 78.
Studi recenti hanno per˛ messo in discussione che l'outburst del 1917 sia dovuto al flash finale dell'elio; analsi spettroscopiche hanno indotto ad ipotizzare il modello di nova dovuto ad un sistema binario molto stretto e con un nucleo collassato prossimo al limite di Chandrasekhar con nucleo degenere composta da neon e magnesio anzicchè carbonio/ossigeno, ed una stella in fase AGB di almeno 2,5 Mo.
Lo studio di Abell 58 Ŕ di fondamentale importanza per poter confrontare il modello teorico di evoluzione delle stelle centrali.
Il resto nebulare visibile consiste in una planetaria ellittica con una curiosa simmetria bilaterale con segni di una possibile interazione con il mezzo intestellare.

Livello d'interesse: ****

Bibliografia essenziale
V605 Aquilae: a born-again star, a nova or both? - Lau, Herbert H. B.; De Marco, Orsola; Liu, X.-W. - Monthly Notices of the Royal Astronomical Society, Volume 410, Issue 3, pp. 1870-1876 (2011).

The hydrogen-deficient knot of the `born-again' planetary nebula Abell 58 (V605 Aql) - Wesson, R.; Barlow, M. J.; Liu, X.-W.; Storey, P. J.; Ercolano, B.; de Marco, O. - Monthly Notices of the Royal Astronomical Society, Volume 383, Issue 4, pp. 1639-1648 (2008).

V605 Aquilae: The Older Twin of Sakurai's Object - Clayton, Geoffrey C.; Kerber, F.; Pirzkal, N.; De Marco, O.; Crowther, P. A.; Fedrow, J. M. - The Astrophysical Journal, Volume 646, Issue 1, pp. L69-L72 (2006).

The progenitor of the ``born-again'' core V605 Aql and the relation to its younger twin V4334 Sgr - Lechner, M. F. M.; Kimeswenger, S. - Astronomy and Astrophysics, v., p. () (2004).

The Evolution of the Final Helium Shell Flash Star V605 Aquilae From 1917 to 1997 - Clayton, Geoffrey C.; De Marco, Orsola - Astronomical Journal v.114, p.2679 (1997).



Scheda aggiornata: Giovedì, 3-11-2011 13:38

 

Google